Icon

Presentazione

L'Assemblea generale del Comitato dei Geografi Italiani (CO.GE.I.), riunita a Roma il 5 novembre 1977, ha discusso e approvato la proposta della Giunta di trasformare il Comitato dei Geografi Italiani in Associazione dei Geografi Italiani (A.Ge.I.). Il Comitato Direttivo della nuova Associazione, eletto nell'Assemblea generale dei Soci il 24 giugno 1978, si è insediato il 15 settembre dello stesso anno. (continua)

Icon

Statuto

Articolo 1.
È costituita l'Associazione dei Geografi Italiani, con sede presso quella del Presidente.
Articolo 2.
L'Associazione non ha fini di lucro e si propone di stimolare, favorire e coordinare le ricerche geografiche, nonché di promuovere iniziative per la formazione dei geografi e la diffusione della cultura del territorio in Italia. (continua)

Icon

Organi

Sono organi dell'Associazione: l'Assemblea generale dei Soci, il Comitato Direttivo ed il Collegio dei Revisori dei Conti. Il Comitato Direttivo, investito di tutti i poteri necessari per amministrare l'Associazione, è costituito da 15 membri eletti tra i soci e resta in carica quattro anni. Il Comitato elegge tra i suoi membri il Presidente, due Vicepresidenti, il Segretario e il Tesoriere. (continua)

Icon

Pubblicazioni

- Atti XXIII Congresso Geografico Italiano
(Catania, 9-13 maggio 1983)
Università di Catania, 1983, voll. 5
- Atti XXIV Congresso Geografico Italiano
(Torino, 26-31 maggio 1986)
Pàtron Editore, Bologna, 1986-1989, voll. 4

Icon

Rivista Geotema

GEOTEMA 1 (Gennaio - Aprile 1995)
L'officina geografica: teorie e metodi tra moderno e postmoderno
a cura di Franco Farinelli
GEOTEMA 2 (Maggio - Agosto 1995)
Territori industriali: imprese e sistemi locali
a cura di Sergio Conti
GEOTEMA 3 (Settembre - Dicembre 1995)
Le vie dell'ambiente tra geografia, politica ed economia
a cura di Ugo Leone
(continua)

Icon

Adesioni

L’Associazione dei Geografi Italiani (A.Ge.I.), per far fronte alle spese relative alla sua azione rivolta a potenziare nel mondo accademico e nella società l’immagine della Geografia italiana, si basa su modeste entrate finanziarie costituite solo ed esclusivamente dalle quote sociali, non avendo alcun contributo esterno. (continua)