Significato della geografia umana

Significato della geografia umanaCos’è la geografia umana:

La geografia umana è un ramo della geografia che si dedica allo studio, alla descrizione e all’analisi del rapporto tra i gruppi umani e lo spazio fisico in cui vivono.

Il suo oggetto di studio sono i processi umani sullo spazio geografico nel tempo, così come l’impatto dello spazio sul modo di vita delle persone.

Affronta aspetti come la distribuzione spaziale della popolazione, gli sviluppi demografici, e le regioni paesaggi umani e culturali in cui diversi gruppi umani si sono formati nel corso della storia.

Vedere anche demografia.

L’importanza dello studio della geografia umana sta nel fatto che gli esseri umani trasformano o modificano sempre lo spazio geografico su cui si basano, E queste trasformazioni sono, a loro volta, il riflesso delle loro strutture sociali e di tutti i processi che attraversano: economici, politici, storici, culturali, ecc.

Vedi anche geografia.

Rami della geografia umana

Geografia economica

La geografia economica è conosciuta come quella il cui oggetto di studio è il rapporto tra le attività economiche e lo spazio fisico in cui sono svolte, le loro condizioni, la distribuzione geografica dei produttori e dei consumatori, e il modo in cui tutti questi fattori influenzano le relazioni economiche.

Rami della geografia umana

Geografia politica

La geografia politica è quella che studia la distribuzione e l’organizzazione politica della superficie terrestre e il suo rapporto con lo spazio occupato dall’essere umano. I suoi studi vanno dalle comunità umane organizzate ai grandi blocchi economici internazionali.

Geografia urbana

Si chiama geografia urbana che studia gli agglomerati umani che si concentrano nei centri urbani, la loro struttura, caratteristiche, processi, popolazione, evoluzione storica e funzioni.

Geografia rurale

La geografia rurale, al contrario della geografia urbana, studia le regioni rurali e tutto ciò che riguarda le attività umane svolte in questi spazi e le loro specificità.

Geografia della popolazione

È conosciuta come la geografia della popolazione che sta studiando i modelli di distribuzione dei gruppi umani sul pianeta, così come tutti i processi relativi ai fenomeni demografici nel tempo.

Geografia culturale

La geografia culturale è dedicata a studiare, descrivere e analizzare i fenomeni e i processi che si verificano nello spazio geografico attraverso l’intervento dei gruppi umani che lo abitano, e i rapporti tra gli esseri umani e il paesaggio.

Geografia culturale

L idea della geografia umana, in questo contesto, se si riferisce ad un ramo della geografia inserito sullo studio delle comunità umane da una prospettiva legata allo spazio. In questo modo, analizza come le persone sono legate all’ambiente fisico in cui risiedono.

Ogni società sviluppa il suo ambiente trasformando la superficie e le sue strutture sociali in base ai suoi interessi e bisogni. I processi politici, economici e culturali, ad esempio, influenzano questi cambiamenti. La geografia umana è specificamente dedicata allo studio dei sistemi geografici che derivano dal rapporto tra gli individual e lo spazio fisico in cui vivono.

Si dice spesso che la geografia umana è responsabile di descrivere i paesaggi umani in modo scientifico. A questo scopo effettua un’analisi della distribuzione della popolazione sulla superficie del pianeta, che è diseguale e ha effetti di ogni tipo (economico, demografico, ecc.).). Non si può ignorare che l’ambiente fisico offre risorse specifiche e che la distribuzione degli esseri umani nell’ambiente è legata alla possibilità di accesso a tali risorse.

Va notato che la geografia umana si interseca con altri rami geografici, come la geografia economica, la geografia politica e la geografia culturale, tra cui molti altri. Tutti, insieme, ci permettono di comprendere le interazioni tra gli esseri umani e il loro ambiente fisico, che influenzano l’attività economica, l’urbanizzazione e l’organizzazione politica, nonché altre questioni.

Concetto geografico

Concetto geograficoCos’è la geografia, il concetto, le aree geografiche, i temi trattati in ogni area

Geografia: scienza importante per capire il nostro pianeta

Concetto (che cosa è)

La geografia è una scienza che studia le caratteristiche della superficie del pianeta Terra, i fenomeni climatici e l’azione dell’essere umano nell’ambiente e viceversa.

Importanza dello studio

La geografia è una scienza molto importante, perché permette all’uomo di comprendere meglio il pianeta in cui vive. A questo scopo, questa scienza ha una varietà di risorse matematiche e tecnologiche. Le statistiche, ad esempio, sono ampiamente utilizzate nel settore della ricerca sulla popolazione. I satelliti sono fondamentali nella realizzazione delle mappe, oltre a fornire dati importanti per la verifica del cambiamento nella vegetazione del pianeta.

Importanza dello studio

Principali aree geografiche ed esempi di argomenti studiati da ciascuna area:

– Geografia fisica: rilievo, fiumi, vegetazione.

– Geografia umana: popolazione (crescita demografica, alfabetizzazione, migrazione, ecc.)).

– Geografia politica: relazioni politiche, conflitti tra nazioni.

– Cartografia: elaborazione e interpretazione di mappe.

– Geografia turistica: sviluppo del turismo mondiale e regionale.

– Geografia ambientale: studia le conseguenze degli atteggiamenti umani sull’ambiente.

– Geografia urbana: sviluppo urbano, urbanistica.

– Geografia sociale: problemi sociali (violenza, disoccupazione, mancanza di alloggi).

– Geografia Agraria: questioni rurali.

– Geomorfologia: forme della superficie terrestre.

– Climatologia: climi, temperatura e fenomeni climatici (siccità, uragani, tempeste).

– Idrografia: studio delle Risorse Idriche (mari, fiumi, laghi, oceani).

Curiosita:

– Il professionista che lavora in geografia è conosciuto come geografo.

– La giornata del geografo è celebrata il 29 maggio.

Geografia Fisica

La Geografia fisica è l’area della conoscenza responsabile degli Studi dello spazio terrestre in termini di aspetti naturali, cioè è il ramo che studia le forme e le dinamiche del sistema terrestre. Più che una semplice descrizione, La Geografia fisica è anche responsabile dell’indagine, dell’analisi e della spiegazione di fenomeni che si riferiscono alla natura, soprattutto nel suo substrato superficiale.

Geografia Fisica

Ma di quale natura stiamo parlando? Dopo tutto, ci sono molti altri settori di conoscenza che si preoccupano anche di capire gli elementi naturali.

Nel caso di specie, per il concetto di Geografia fisica, il sistema naturale della terra consiste di quattro grandi partizioni della stessa realtà: l’idrosfera, l’atmosfera, la litosfera e tutti questi strati insieme, componendo la biosfera, come possiamo vedere nel seguente schema::

Composizione degli elementi del sistema terrestre

L’idrosfera si riferisce alla parte della terra costituita da acqua, ossia oceani, mari, fiumi, laghi, bacini idrografici, reti fognarie, tra gli altri. Si tratta quindi di una questione importante, perché è la comprensione dell’idrosfera che ci permette di capire la funzione dell’acqua in superficie, nonché la sua disponibilità e le sue modalità di utilizzo.

L’atmosfera, a sua volta, coinvolge la porzione gassosa della terra, che consiste di centinaia di chilometri di lunghezza ed è responsabile di numerosi fenomeni. La comprensione dell’atmosfera, per la geografia fisica, non riguarda solo la sua struttura e composizione, ma soprattutto il suo funzionamento, e questo coinvolge i climi della terra e i suoi fenomeni associati.

Non fermarti ora… C’e ‘dell’altro dopo la pubblicita’. 😉

La litosfera rappresenta la porzione solida della Terra. In sostanza, si intende come la crosta terrestre, costituita quindi da rocce e minerali. Infatti, è l’aggregazione dei minerali che forma le rocce, che a loro volta compongono il rilievo della terra, che non è altro che il modello solido di superficie della Terra.

La biosfera è quindi la porzione del nostro pianeta costituita da esseri viventi. Esso è strutturato solo dalle condizioni fornite dagli altri strati in congiunzione, fornendo la base per il mantenimento della vita. In questo modo, la geografia fisica cerca di trattare non direttamente con gli esseri viventi, ma come si trasformano e si trasformano dall’ambiente in cui vivono, così come la loro distribuzione in diverse località.

Vale la pena ricordare, tuttavia, che la geografia (e, per estensione, La Geografia fisica) è una scienza umana, cioè, si concentra sull’analisi del comportamento e delle dinamiche delle società per spazio geografico. Pertanto, la rilevanza degli Studi su questi temi si riferisce sia ad aiutare l’azione umana sull’ambiente sia a comprendere gli impatti generati dalle attività antropiche, e a stabilire le nozioni su come l’ambiente fisico interferisce nelle nostre pratiche storiche e quotidiane.

Volete capire meglio la geografia fisica e, per così dire, le dinamiche del sistema terrestre? Dai un’occhiata ai nostri messaggi!

Buona lettura!

Importanza della geografia

Importanza della geografiaL’importanza della geografia risiede nel suo contributo alla conoscenza dello spazio umano e delle sue forme di trasformazione e occupazione.

 La geografia è molto importante per effettuare le letture del mondo

L’importanza della geografia è legata alla necessità di conoscere lo spazio geografico. Questo può essere inteso come lo spazio prodotto dall’uomo e che è in costante trasformazione nel tempo. Possiamo quindi dire che lo spazio geografico ha un carattere storico ed è quindi in grado di raccontare la storia e le caratteristiche dell’azione umana sull’ambiente in cui vive. Inoltre, tutta la dinamica della superficie della Terra è anche un campo di studio della geografia.

Nella seconda metà del XX secolo, l’analfabetismo geografico è stato creato negli Stati Uniti, di fronte alla generale ignoranza della popolazione di quel paese di fronte alle conoscenze proposte dalla geografia. Molti investitori hanno commesso errori perché non conoscevano la lingua, i costumi e la cultura di un luogo particolare. Gli studiosi di molte aree hanno sofferto perché non conoscevano la dimensione spaziale dei loro studi, seguendo l’esempio di molti economisti, scienziati politici e sociologi.

L’importanza della geografia, tuttavia, non è solo in conoscenza dei nomi dei paesi, dei loro capitali, dei dati sulla popolazione, della moneta, della religione, ecc. ma anche nello spiegare le dinamiche delle azioni nello spazio, che non si staccano dal tempo. Per esempio: la dinamica della trasformazione degli spazi in città, la logica della produzione agraria, la distribuzione dei movimenti sociali, la struttura geomorfologica superficiale della terra, tra gli altri.

L’importanza delle mappe per la geografia

La geografia non è la scienza responsabile della produzione di mappe, perché il campo di conoscenza che porta questo obiettivo è la cartografia. Tuttavia, per il geografo e gli studenti di geografia è estremamente necessario conoscere la produzione e la lettura di mappe, dato che sono utilizzati per rappresentare e spiegare le caratteristiche poste nello spazio.

L'importanza delle mappe per la geografia

In questo senso, è utile per lo studente tenere a mente le domande riguardanti gli elementi cartografici e i loro usi, come la scala e la leggenda, i tipi di mappa e le assegnazioni date a ciascuno.

Non fermarti ora… C’e ‘dell’altro dopo la pubblicita’. 😉

Gli obiettivi e gli usi della geografia

La geografia ha come obiettivo principale capire le dinamiche dello spazio per aiutare nella pianificazione delle azioni dell’uomo su di esso. Capire le forme di sollievo, i fenomeni climatici, le composizioni sociali, le abitudini umane in luoghi diversi sono indispensabili per il mantenimento della vita nella società.

Gli obiettivi e gli usi della geografia

Questa scienza è stata-ed è ancora-ampiamente usata per scopi militari, poiché la conoscenza di un determinato territorio è resa estremamente necessaria per la sua occupazione o per ottenere vantaggi in una battaglia o in una guerra. Per questo, nel 1977, il geografo Yves Lacoste scrisse un’opera intitolata geografia serve – prima di tutto – a fare la guerra, riaffermando l’utilità militare e politica della geografia, così come il suo carattere estremamente ideologico di mantenere e consolidare il sistema capitalista.

Tuttavia, con l’evoluzione della critica, come sottolinea Ruy Moreira nel suo libro pensare e essere in Geografia, questa scienza è stata usata anche per svelare maschere sociali, poiché rivela come i sistemi economici, politici, ideologici e sociali si manifestano sulle persone e sullo spazio. Temi come la segregazione spaziale, il processo di favelizzazione, l’evoluzione e la spazializzazione della violenza e della marginalità sono studiati e spiegati nelle loro radici dalla geografia, che può aiutare nella pianificazione sociale, così come nelle critiche e nelle azioni popolari che aiutano nella lotta contro questo e altri problemi socio-spaziali.